IX Edizione

Ammirando le Ninfee rustiche, splendide Ninfeacee facili da curare

Ammirando le Ninfee rustiche, splendide Ninfeacee facili da curare

Sarà una festa di tre giorni, tutta dedicata al verde, alla passione per il giardino e al design, quella del Festival del Verde e del Paesaggio 2018, dal 18 al 20 maggio all’Auditorium Parco della Musica di Roma. Architetti e paesaggisti metteranno in mostra giardini temporanei, giovani creativi si daranno sfida nei concorsi di progettazione green, e – tra laboratori e attività per tutta la famiglia – ad impreziosire il percorso espositivo del Festival saranno loro, gli oltre 200 espositori tra vivaismo, design e artigianato d’eccellenza.

Con loro scopriremo oggetti pensati come soluzioni verdi per terrazzi e giardini, nonché piante meravigliose, rare, dei piccoli grandi tesori botanici. Tra la ricca varietà di piante acquatiche prodotte da EtaBeta, oggi vogliamo parlare delle ninfee rustiche che, tra tutte le Nymphaeacee, sono le più semplici da coltivare.

Il risveglio primaverile

Le ninfee rustiche iniziano a vegetare alla fine dell’inverno quando l’acqua incomincia a riscaldarsi. La crescita maggiore avviene nei mesi caldi dell’estate, mentre in autunno – con la diminuzione della temperatura – la crescita rallenta fino a fermarsi del tutto alla fine di ottobre. “A seconda delle specie la profondità d’impianto può variare da 15 a 200 centimetri. Il rizoma si ancora tenacemente alla terra del fondo e produce lunghi piccioli che terminano alla loro estremità con una foglia solitaria. Le foglie sommerse durante la crescita sono arrotolate a cornetto”, ci informano dal sito ufficiale di EtaBeta.

Mentre in inverno…

Le ninfee rustiche spariscono completamente durante la brutta stagione e sono in grado di resistere all’inverno più rigido, a patto che il loro rizoma non venga toccato dal ghiaccio. Tutte le ninfee amano posizioni soleggiate e acqua calda. Le ore di sole giornaliere dovrebbero essere almeno sei per favorire una buona fioritura. Sono poche le varietà che sopportano posizioni semi ombreggiate.

Fiori e frutti

I fiori, che possono raggiungere i 20 centimetri di diametro come nella Attraction, si aprono alle dieci del mattino e si chiudono alle cinque del pomeriggio per tutta la stagione di fioritura che va da aprile a settembre. Dopo la fecondazione i petali e i sepali si chiudono per formare un frutto globoso e coriaceo che può contenere fino a 1500 semi. I frutti si staccano dopo la maturazione per svernare sul fondo del laghetto. In primavera i semi rimontano in superficie per essere dispersi dal vento e dagli uccelli acquatici. Ogni ninfea è in grado di coprire fino a due metri quadrati. La limitazione delle foglie è un piccolo accorgimento che ci permetterà di ottenere una fioritura più abbondante.

Vi diamo appuntamento al Festival del Verde e del Paesaggio per ammirare queste meravigliose ninfee, facilissime da curare, che assieme alle piante dei migliori vivaisti d’Italia e alle proposte di tanti designer, artigiani, aziende, potranno essere soluzioni eccellenti per ogni terrazzo, balcone, giardino.

Fonte: EtaBeta Produzione Piante Acquatiche

Photo Credits: EtaBeta Produzione Piante Acquatiche

 
Commenti

Non è presente alcun commento