IX Edizione

Cottage Garden Beatrice

Cottage Garden Beatrice

E’ un vero sogno divenuto realtà per Stefania Annucci aver creato nel 2014 un luogo di lavoro tutto suo, dove riesce a coniugare la passione per le piante e il progetto del giardino.

Si chiama Cottage Garden Beatrice (dedicato alla nonna da cui ha appreso i segreti del mestiere) ed è un vivaio-studio che si trova a Sutri, al confine con un bosco di querce e castagni, popolato da scoiattoli e ricci e illuminato da lucciole d’estate.

Stefania è una garden designer che ama promuovere l’idea che un altro giardino è possibile. Lo disegna come una mini riserva per piante e animaletti che ritrovano il loro habitat naturale, ma soprattutt, è il luogo ideale per gli insetti pronubi che per l’uomo svolgono un importante lavoro: quello dell’impollinazione. Nel vivaio, dove organizza corsi e dove sta sviluppando un progetto di giardino per le api, le persone possono acquistare piante, ricevere suggerimenti sulla loro cura e restare a passeggiare immersi nel silenzio della natura,  magari sfogliando un libro. Così vengono le idee.

L’originalità del vivaio,  intimo e di charme,  è la specializzazione nella coltivazione dei papaveri, mascotte della collezione di erbacee e frutto della continua ricerca  che Stefania conduce in questo ambito.

Il papavero è una pianta meravigliosa che ancora non ha conquistato il giusto posto nei giardini italiani, anche se da tempo e’ molto amata nel nord Europa.

Per questo Cottage Garden Beatrice porterà al Festival una collezione importante e vasta, creata negli anni con molta pazienza.

Qualche informazione sulla pianta: fa parte della famiglia delle papaveraceae, che comprende oltre 70 specie erbacee perenni e annuali, senza considerare gli ibridi.

I fiori dei papaveri sono davvero belli, sulle celebri tavole di Monet oppure disseminati nel grano insieme alla Centaurea cyanus,  il bellissimo papavero Rhoeas, anche detto rosolaccio.

Tra le specie spiccheranno per la loro bellezza il Papaver orientalis, nativo del Nord della Turchia, Cucaso e Iran,  l’Eschscholzia californica presente soprattutto lungo la costa occidentale del Nord America,  il Glaucium flavum diffuso nelle costiere del bacino del Mediterraneo,  il Papaver nudicaule originario delle regioni subpolari del nord America e Nord Europa,  il Meconopsis betonicifolia (volgarmente chiamato papavero blu)  originario dell’Himalaya e altri luoghi a clima freddo.

Non dimentichiamo il Papaver alpinum presente principalmente sul Gran Sasso, Majella,Velino,Sirente e Monti Marsicani.

Tra i papaveri cosiddetti orientalis ci sono poi varietà che sembrano avere nomi di rose: Turkenlouis, Bolero, Royal Wedding, Forncett Summer, Patti’s Plum, Brilliant, Garden Glory, Pinnacle, Perry’s White, Haverst Moon.

In autunno i papaveri annuali e perenni, si riproducono da seme, mentre i perenni si possono riprodurre per talea di radice anche in tarda estate.

Tra i papaveri annuali presenti troveremo commutatum ‘Ladybird’, Papaver rhoeas ‘Dawn chorus’, ‘Falling in Love’, Shirley, Mother of Pearl, e tra queste le varieta’ rhoeas a fiore semplice e doppio che sono molto belle.

In compagnia di chi amano essere coltivati? Nelle aiuole in mezz’ombra delle bordure, in terra fresca e ben drenata, con Meconopsis, Aquilegie, Digitalis, Hosta.

In angoli di giardino assolati il Papaver orientalis darà il meglio di sé con Graminacee, Achillea, Delphinium, Salvie, Nepete, Iris.

Il progetto di Stefania è un cantiere ancora aperto, un work in progress che poggia tuttavia su solide esperienze. Per realizzare il suo sogno, lo ammette,  si è ispirata ai garden studio anglosassoni, dove si progetta per creare giardini utili e sostenibili, e le competenze si approfondiscono sul campo, con le mani nella terra.

 

Cottage Garden Beatrice
Vivaio naturale di erbacee perenni e di interesse mellifero con importante collezione di papaveraceae
Sp 83 Beccacceto, 01015 Sutri ( VT)
cottagegardenbeatrice@gmail.com

 
Glaucium flavum
meconopsis betonicifolia
Papaver orientalis Forncett summer1
Papaver orientalis Patty's plum
Papaver rupifragum Tangerine Gem

 

 
Commenti

Non è presente alcun commento