Il grande show del Verde è all'Auditorium.

Irrigare il terreno con un vaso di terracotta, il sistema ad energia zero

Irrigare il terreno con un vaso di terracotta, il sistema ad energia zero

La terracotta è un materiale ceramico estremamente poroso, ottenuto con argilla comune (ricca di ossidi di ferro, che impartiscono la caratteristica colorazione rossiccia) opportunamente modellata e cotta al forno, che è molto adatta per la creazione di vasi e recipienti con un alto grado di traspirabilità.

A questo principio è ispirato un sistema di irrigazione diffuso in molti paesi caldi, tra cui Messico e Africa, che viene utilizzato da centinaia di anni e che può essere messo in essere anche ad oggi, con grande semplicità. Economico, senza dispendio di energia, questo modello di irrigazione prevede l’interramento di un vaso di terracotta non smaltato, e riempito d’acqua, in prossimità delle piante a cui si vuole far arrivare, in modo lento e costante, il nutrimento.

Una volta messo in terra, il vaso comincia a rilasciare acqua fino a che il terreno non è saturo. A questo processo si affianca l’assorbimento del liquido da parte della pianta che contribuisce ad asciugare il terreno, creando un ciclo continuo. Per assicurarsi una piena riuscita del sistema è consigliabile applicare una tecnica di pacciamatura per evitare di perdere l’umidità dalla terra per evaporazione.

 

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someoneShare on Tumblr
 
Commenti

Non è presente alcun commento