Il grande show del Verde è all'Auditorium.

A Istanbul nascerà un Bosco verticale con orti condominiali e giardini pensili

A Istanbul nascerà un Bosco verticale con orti condominiali e giardini pensili

Un condominio sostenibile improntato sul design modulare e su materiali locali, con un grande utilizzo del verde negli spazi comuni e privati. Questo è il progetto dello studio Eray Carbajo per la città di Istanbul che potrebbe essere ultimato per il 2020.

Il progetto tra verde e orti

La struttura prende il nome di Urban Rural ed è un condominio che intende, concettualmente, avvicinare la campagna alla città, grazie alla creazione di un piano comune per tutti gli abitanti, in cui questi potranno sperimentare la coltivazione orticola, il giardinaggio, creando legami e rafforzando il senso di comunità. Concepito con le facciate che somigliano a un alveare, il condominio è composto da moduli esagonali che ne ottimizzano il volume, con cavità e terrazze in cui troveranno sede piante e fiori.

Photo Credits: eraycarbajo.com 

Le terrazze-giardino faranno somigliare la struttura al ben noto Bosco verticale di Stefano Boeri, modello architettonico ammirato e riproposto in tante città del mondo. Oltre alle terrazze e al piano terra, sulla sommità del palazzo, gli architetti prevedono una serie di serre coperte e giardini pensili, che daranno vita a dei veri e propri orti condominiali in cui gli abitanti potranno produrre ortaggi a km zero, sani, da dividere tra tutti.

E se la progettazione, l’architettura del paesaggio e la creatività vi appassionano vi invitiamo al Festival del Verde e del Paesaggio, dal 18 al 20 maggio all’Auditorium Parco della Musica di Roma dove metteremo in mostra progetti, idee green, installazioni e giardini. Con noi ci saranno i migliori vivaisti e artigiani d’Italia, ma anche paesaggisti, architetti, tecnici del settore da cui prendere ispirazione.

 
Commenti

Non è presente alcun commento