Il grande show del Verde è all'Auditorium.

La rigenerazione urbana è sempre una buona idea, e la scuola di architettura per bambini anche

La rigenerazione urbana è sempre una buona idea, e la scuola di architettura per bambini anche

Se mettiamo insieme, una scuola di architettura per bambini, una piccola comunità impegnata ad inventare nuovi modi di pensare, costruire ed abitare, un quartiere semiabbandonato di una piccola città siciliana, un progetto visionario di rigenerazione urbana e il desiderio di rendere possibile l’impossibile, cosa succede? Farm Cultural Park, il luogo che ti rende felice!

A Favara, sotto i templi di Agrigento, un imprenditore illuminato ha deciso di restare e provare a costruire un futuro diverso per una città, che tutto aveva tranne la vocazione culturale. Farm Cultural Park è un “centro culturale indipendente di nuova generazione con una forte attenzione all’arte contemporanea e all’innovazione”,  il primo “parco turistico culturale” made in Sicily.

©Farm Cultural Park

E’ uno spazio espostivo di 500 mq con uno splendida vista sui tetti della città con un concept store dedicato all’arte e al design e con una piccola cucina sociale ideale per organizzare esperienze di convivialità; un giardino che rende omaggio all’architettura tradizionale del Marocco e dove è possibile rinfrescarsi al bordo vasca piccola o dormire nella suite; un percorso gastronomico unico in cui tradizione e contemporaneità si mescolano; una scuola per bambini. Ed è proprio di questo progetto, in particolare,  che vi volevamo parlare.

Sou, è la prima scuola di architettura per bambini ed è stata creata “affinchè questi possano essere abituati alla libertà del pensiero, alla magia della creatività, alla vocazione a realizzare dei sogni”.  Passiamo l’inverno ad organizzare i loro pomeriggi con corsi di musica ed inglese, sport di ogni genere, ma credo che a molti di noi non sia mai venuto in mente di ispirarli con l’urbanistica, l’architettura, l’ambiente, la costruzione di Comunità, l’arte, il design, l’agricoltura urbana e l’educazione alimentare.

©nadiacastronovo

In questa scuola – realizzata rendendo omaggio al Giappone e ai suoi architetti contemporanei più illuminati –  “si stimola la riflessione, la progettazione e l’azione per un miglioramento della società. Si promuove l’educazione ai valori di accoglienza, partecipazione, tolleranza e solidarietà, generosità e impegno sociale”. Si insegnano le nuove modalità abitative, la tecnologia empatica, l’artigianato, i materiali e gli strumenti social per vivere una città contemporanea. Si progettano droni, si stampa in 3d, si studia architettura con Mindcraft, si impara a lavorare l’acciaio, il legno e la ceramica.  Si parla di smart home, di energie rinnovabili, di tetti solari e di come risparmiare con la domotica.

©nadiacastronovo

“I bambini – diceva Jung – vengono educati da quello che l’adulto è e non dalle sue chiacchiere”. Florinda Saieva e Andrea Bartoli, fondatori di Farm Cultural Park, hanno regalato molto alle loro figlie, la convinzione che con l’impegno e la passione può accadere qualcosa di fantastico e affascinante. In fondo dipende sempre da noi.

Ecco tutto questo è Farm Cultural Park Favara: una visione, un progetto, una comunità  e un sogno, che parla la lingua dell’architettura, dell’arte contemporanea e del public design.

Se per caso quest’estate siete in Sicilia, fateci un salto, li troverete nel quartiere de “I sette cortili”.

 
Commenti

Non è presente alcun commento