IX Edizione

ll Manifesto

CREDIAMO

  • che VEGETALE sia sinonimo di movimento, adattamento, vita
  • che le città debbano avere foreste e BOSCHI URBANI in cui immergersi e sperimentare il potere catartico della natura
  • che gli SPAZI ESTERNI – giardini, terrazzi, balconi, davanzali – siano «lo sfondo di ogni umano accadere» e che per questo vadano amati, curati, trasformati, recuperati, perché possono regalare più di quanto sia possibile immaginare
  • che il paesaggio esterno ed interno sia la NARRAZIONE della nostra vita e come tale sia un dono ma anche una conquista
  • nella NATURA e nei suoi infiniti poteri
  • nell’importanza di stimolare le persone a vedere il VERDE che le circonda, scoprirne i valori e credere nella sua forza rigenerativa
  • nella SELVATICHEZZA, quale attitudine a dialogare con il mondo e a modificare la nostra idea di ciò che desideriamo
  • nella necessità di sviluppare una COSCIENZA PROFONDAMENTE ECOLOGICA lontana da mode e tendenze; di considerare la Terra non un bene di consumo che si ha e basta, ma la storia delle origini che ci ricorda chi siamo e da dove veniamo