Il grande show del Verde è all'Auditorium.

“L’amore per la natura s’impara giocando”: uno studio canadese ci spiega perché

“L’amore per la natura s’impara giocando”: uno studio canadese ci spiega perché

Per i bambini che crescono in città è difficile conoscere aspetti della natura, imparare a relazionarsi con essa, troppo spesso relegata alle occasioni di svago in un parco o, al massimo, alle gite domenicali di famiglia. Ma – stando al parere dei ricercatori della facoltà di scienze dell’educazione dell’Università di Okanagan (Canada) – sarebbe proprio l’interazione giocosa con il mondo naturale a strutturare nei ragazzi una percezione ecologica dell’ambiente.

La ricerca su un campione di giovani

Per produrre la ricerca pubblicata sull’«Australian Journal of Environmental Education», gli studiosi hanno intervistato cinquanta studenti universitari con un’età compresa tra i 18 e i 25 anni. Dall’analisi dei risultati è emerso che i ragazzi più sensibili alle tematiche ambientali fossero quelli che in età giovanissima avessero avuto modo di giocare all’aria aperta, ma soprattutto di fare attività connesse alla conoscenza della natura.

“Lo sviluppo di esperienze a contatto con l’ambiente maturate in età infantile concorre a determinare dei comportamenti più rispettosi della natura nel futuro adulto” ha confermato Catherine Broom, docente di storia dell’educazione e autrice della ricerca. Una consapevolezza ben strutturata in Nord Europa che sta trovando terreno fertile anche in Italia, grazie – ad esempio – a iniziative volte all’apertura di agriasili e agrinido, meglio se ospitati in vasti spazi agricoli, dove si impara a conoscere gli animali, a giocare all’aria aperta, a raccogliere la verdura e la frutta che poi si useranno per preparare il pranzo, tutti insieme, o per una veloce merenda sul prato.

Condividendo in pieno questa prospettiva, al Festival organizziamo un calendario ricco di laboratori, giochi, incontri didattici dedicati ai bambini. Vi aspettiamo al Festival del Verde e del Paesaggio, dal 18 al 20 maggio all’Auditorium Parco della Musica di Roma. E per gli adulti tante proposte legate ai temi green: saranno con noi i migliori vivaisti d’Italia, designer, artigiani, aziende dell’oudoor, ma anche paesaggisti, architetti, agronomi, tecnici, per darci nuovi spunti creativi per ogni spazio verde.

Photo Credits: pxhere.com

 
Commenti

Non è presente alcun commento