IX Edizione

Pesci rossi e pomodori per una fattoria 3.0

Pesci rossi e pomodori per una fattoria 3.0

Può un acquario di pesci rossi trasformarsi in un orto urbano 3.0? sì, se immaginiamo un sistema che mescola alla spontanea caratteristica depuratrice delle specie vegetali, gli effetti positivi della natura organica dei pesci.

Un perfetto ecosistema in cui tutti gli organismi – pesci, piante, microbi – soddisfano reciprocamente i propri bisogni, fornendo le sostanze nutritive necessarie per coltivare piccoli frutti e verdure di campo tra cui pomodori, insalate, peperoni. 

Può un oggetto così affascinante, cambiare uno stile di vita? Sì, perchè a questo hanno pensato due giovani studenti del Mit di Boston – Gabe Blanchet e Jamie Byron – che qualche anno fa, durante un esperimento universitario di giardinaggio indoor, trasformarono la stanza della loro Confratenita Sigma Chi, in un luogo di incontro, confronto e dibattito, sugli effetti positivi che un orto urbano può avere sulle abitudini alimentari delle persone e sull’aria negli ambienti domestici.

Dopo soli pochi anni, il progetto prende forma: The Grove, una moderna e visionaria fattoria urbana, grande come una libreria, fertile come un orto di campagna,  considerato che ogni settimana si possono raccogliere 2 o 3 sacchetti di insalata e ogni 20 giorni dagli 8 ai 10 cespi di lattuga, insieme a qualsiasi altro frutto  si decida di coltivare. 

Uno smartphone permette il monitoraggio e il controllo a distanza. E’ sufficiente  scegliere le piante da coltivare e configurare l’impostazione ottimale. Il sistema fornisce  aggiornamenti e ti avverte quando è raccogliere le verdure, quando l’acquario ha bisogno di acqua, pesci o altre cure. Tutto è concepito per non lasciarci mai da soli.

The Grove è un affascinante organismo vivente capace di ispirare ed educare le persone a mangiare meglio, ad avere un impatto positivo sul clima e suall asalute globale e ad abbracciare uno stile di vita più sostenibile.

A questo punto, la domanda è: la coltivazione acquaponica è solo una tendenza destinata a scomparire nel giro di pochi anni o rappresenta la visione di un futuro prossimo?

 

 

 
Commenti

Non è presente alcun commento