Il grande show del Verde è all'Auditorium.

“Il Verde pensile”: un libro per scoprire tecnica e natura delle coperture verdi

“Il Verde pensile”: un libro per scoprire tecnica e natura delle coperture verdi

“Il Verde pensile: tra tecnica e natura” è un testo redatto da Paolo Abram, in collaborazione con Helga Salchegger, in cui si affronta il tema delle coperture verdi partendo dal punto di vista normativo e spaziando sulle direttrici tecniche, botaniche giungendo alle sfere che coinvolgono più strettamente la progettazione architettonica.

Il testo – connaturato da un linguaggio comprensibile e descrizioni esaustive – interpreta il verde pensile come elemento fondamentale, ma soprattutto possibile, per scelte edilizie presenti e future, capace di rispondere ad esigenze ambientali quanto economiche, incentivando il risparmio energetico e la riduzione degli smaltimenti di acqua in fognatura. L’obiettivo del manuale – consentito dall’approccio tecnico-pratico –  è dare un contributo alla progettazione e realizzazione del verde pensile e all’applicazione corretta delle tecnologie, secondo la norma UNI 11235:2007.

Sono esaminati i sistemi installati sui diversi tipi di copertura, l’impermeabilizzazione, la protezione antiradice e l’effetto del vento. Distinguendo tra inverdimento pensile estensivo e intensivo, si spiegano le tecniche di stratificazione monostrato o a tre strati, con opportuni drenaggi e diverse esigenze di irrigazione. Ricco di disegni di dettagli tecnici, il volume descrive i diversi strati con indispensabili informazioni per il dimensionamento ed esempi applicativi di calcolo del peso di un sistema a verde.

Una panoramica dedicata agli appassionati e ai professionisti, in cui si illustrano tutti i vantaggi che questi sistemi ecocompatibili sono in grado di agire in ambito urbano, sottolineando quanto i costi di manutenzione e realizzazione siano inferiori rispetto a quelli profusi per altri tipi di soluzioni.

CondividiShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Pin on PinterestEmail this to someoneShare on Tumblr
 
Commenti

Non è presente alcun commento