X Edizione

Intelligenza green: le Begonie che diventano blu per sopravvivere al buio

Intelligenza green: le Begonie che diventano blu per sopravvivere al buio

I ricercatori delle Università di Bristol e dell’Essex hanno risolto il mistero della lucentezza blu delle foglie di alcune begonie e hanno scoperto che i loro cloroplasti si sono evoluti una struttura, di scala nanometrica, per aiutarle a sopravvivere nel buio, grazie a un sistema di micro-trappole per la luce.

La ricerca

Il team di ricerca ha esaminato le strutture delle foglie di begonia, che aiuterebbero determinate specie nel raccogliere la luce per la fotosintesi. Stando a quanto spiegato nello studio, questo accade perché molte begonie crescono nelle foreste tropicali, dove la luce che raggiunge la terra può essere una piccola frazione di quella che è oscurata dalle chiome degli alberi.

Matt Jacobs, dottorando presso la Scuola di Scienze Biologiche e primo autore dello studio, ha detto: “Abbiamo scoperto con il microscopio i singoli cloroplasti delle foglie blu, che rifrangevano la luce quasi come uno specchio. Guardando più in dettaglio, grazie alla microscopia elettronica, abbiamo trovato una notevole differenza tra i cloroplasti ‘blu’ trovati nelle begonie e quelli che si trovano nelle foglie di piante comuni; i primi erano simili alle strutture artificiali comunemente usate per fare i laser miniaturizzati e altre strutture fotoniche che controllano il flusso di luce”.

L’ultimo passaggio dello studio esplica che quando i ricercatori della University of Essex hanno studiato il tasso di fotosintesi nei cloroplasti ‘blu’ hanno scoperto che, con livelli di luce molto bassi, questi danno dei risultati nettamente migliori.

E di botanica, dei segreti delle piante, ma anche di come curarle al meglio – ve lo ricordiamo – parleremo all’ottava edizione del Festival del Verde e del Paesaggio, dal 18 al 20 maggio all’Auditorium Parco della Musica di Roma, in una tre-giorni in cui si riuniranno i migliori vivaisti d’Italia, tante aziende e artigiani dell’outdoor, giardinieri, paesaggisti, tra tantissimi prodotti botanici e installazioni green. 

 
Commenti

Non è presente alcun commento