Balconi per Roma

I progetti selezionati da Franco Panzini, Ciriaco Campus, Lucilla Zanazzi e Serena Savelli


AROUND ARUNDO

di Barbara Cucuzzo - Laura Carosi





around arundo è un progetto che nasce dall'analisi dello spazio balcone, uno spazio spesso limitato, di dimensioni ridotte, addossato alla facciata in maniera posticcia, con l'intento del costruttore forse di dare un valore aggiunto all'appartamento di cui è pertinenza, producendo nella realtà l'effetto contrario.
Il balcone, specialmente se di piccole dimensioni non viene affatto vissuto, anzi spesso e volentieri diventa una sorta di ripostiglio all'esterno, ricettacolo di tutti quegli oggetti, in genere anche ingombranti, che raramente vengono utilizzati, insieme a numerosi vasi, di diverse forme e colori, i quali più che abbellire il balcone creano un effetto ancor più disordinato.
Il motivo di tale noncuranza è da ricercarsi nella difficoltà di immaginare uno spazio così ristretto accogliente e piacevole da vivere; chi vi sosta, specie se il balcone presenta una ringhiera, si sente esposto agli sguardi esterni, senza difese.

leggi tutto »








Chi ha mai detto che un balcone elegante e curato debba essere necessariamente lussuoso e sontuoso?
L’idea di BANCALI PER ROMA nasce dal desiderio di conciliare la funzionalità e la vivibilità degli esterni con l’attenzione per l’ecologia ed il riciclo di legname facilmente reperibile come quello utilizzato per la produzione dei bancali.
Il fine ultimo della nostra proposta è quello di sfruttare al meglio anche gli spazi più risicati ed angusti con un prepotente abbattimento dei costi e dell’impatto sull’ambiente.

leggi tutto »



FORMAL FARM SUPERBOXES

di Guglielmo Bartocci - Giovanna Perdichizzi - Silvia Groaz





Perché formal?
Formale [for-mà-le] agg. : Fatto con le debite forme; espresso in modo esplicito, ufficiale, solenne.

Abbiamo scelto di utilizzare geometrie semplici e rigorose, utilizzando immagini archetipe e di conseguenza da tutti facilmente identificabili, capaci di catturare l'attenzione e di generare diversi gradi di lettura.

leggi tutto »








Green Cloud è il nome che è stato scelto per rappresentare la nostra proposta progettuale, ma anche un nome in grado di racchiudere i diversi ambiti di riferimento che abbiamo voluto citare.
Le nuvole con le loro forme, da sempre fini osservatrici delle speranze degli uomini, sono per noi un elemento di riconversione. Quella di cui parliamo è una nuvola leggera ed impalpabile, come vettore di riqualificazione, portatrice di idee verdi che germogliano sulla città, e dove se non nel cemento dei balconi? Lo scopo è quello di creare un'atmosfera, parzialmente chiusa e raccolta come i nostri balconi, ma allo stesso tempo accogliente ed originale, piacevole quindi, realizzata con elementi modulari innestati, le nostre idee verdi, rigorosamente con materiali riciclati. Per realizzare la struttura, nelle sue forme organiche, abbiamo fatto pieno riferimento alle qualità e alla versatilità dell'architettura parametrica, generando così una simpatica nuvola e una superficie di terra che richiami un'atmosfera naturale in un ambiente tipicamente artificiale. I materiali impiegati per il progetto sono di facile reperibilità, basso costo o provenienti dal riciclo, e possono essere a loro volta riciclati trattandosi infatti di: legno ricavato dai pallet in disuso, corda, rete metallica modellabile, acciaio con giunti rimovibili, vetro ricavato da lampadine esauste e materiale d'antiquariato, prato e semenze di facile reperibilità ed uso comune.

leggi tutto »