X Edizione

Il 23 ottobre iniziano le lezioni di BOTANICA di Carlo Contesso, l’uomo che sussurra ai giardini .. e anche alle piante..

Il 23 ottobre iniziano le lezioni di BOTANICA di Carlo Contesso, l’uomo che sussurra ai giardini .. e anche alle piante..

PERCHE’ SEGUIRE UN CORSO DI BOTANICA?

Tutti avrete acquistato, ricevuto o regalato una pianta. E più o meno tutti vi sarete trovati a fare o a rispondere alle due fatidiche domande: quanto la devo innaffiare?  dove va messa? all’ombra o al sole? per sentirvi magari dire: preferibilmente a mezz’ombra, risposta tipica di chi, cultore dell’efficace formula scarica-responsabilità in medio stat virtus, conosce appena e di sfuggita, l’essere che vi ha appena venduto. Non vi piacerebbe invece sapere tutto di lei, da dove viene, cosa mangia, dove abita, se ha figli, cosa gli piace, di cosa ha paura? Non avreste voglia di diventare amici? Scoprireste tanti di quei segreti che nemmeno immaginate….

Vi racconterebbe la storia (felice) della sua famiglia e dei suoi avi che da paesi lontani  (l’ecosistema dove vivono le radici) sono arrivati dopo tante peripezie e viaggi avventurosi, qui, in una terra in cui hanno faticato ad ambientarsi per colpa di un clima ostile e di un suolo (il profilo del terreno,  la sua tessitura e struttura) totalmente diverso, soprattutto nella composizione (PH, humus, azoto, ammendanti e additivi).

Vi invierebbe l’invito per entrare nel gruppo social più esclusivo del regno vegetale, dove avreste la possibilità di incontrare e conoscere alghe, muschi, licheni, felci, conifere e piante fiorite. Partecipare a giornate esperienziali con  alberi, arbusti, perenni, erbe, biennali & annuali, geofite. Fare networking con monocotiledoni e dicotiledoni.

Sapreste che è un amante di haiku e appassionata di liste perché trova che siano un modo divertente di inventariare, di impadronirsi di un tesoro inesauribile, di passare in modo creativo il tempo ed identificare l’essenziale. Questa è l’ultima che ha composto e di cui va molto fiera: lista-ritratto: il regno vegetale. Differenti tipi di gemme. Differenti tipi di radici. Differenti tipi di steli,  bulbi, tuberi… o cosa? Differenti tipi di foglie. Differenti tipi di fiori, semi e frutti.

Vi svelerebbe il segreto della sua forma invidiabile: la dieta dell’acqua, un elemento che non apporta calorie, ha una funzione drenante, che aiuta a eliminare le tossine e le scorie, e un potere saziante . 6CO2 + 6H2O = C6H12O6 + 6O2 ovvero macro e micronutrienti, l’acqua, ormoni & micorriza.

Da fedele sostenitrice di Marie Kondo e della sua filosofia zen, vi aiuterebbe a capire che liberarsi del superfluo è l’unica via per raggiungere la felicità, che tagliare l’inutile aiuta a valorizzare quello che di prezioso rimane e che per decidere di cosa sbarazzarsi esistono svariati modi (taglio, cicatrizzazione, potatura radicale, sbocciolare, dead heading, “a pizzico”, per fiori, frutti, steli) e motivi (dominanza apicale, forma e tempistica).

Vi confesserebbe la sue paure, come quella per gli space invaders (Funghi, virus e batteri, troppo caldo, troppa acqua, carenze varie ) e i suoi tentativi di creare bunker difensivi più resistenti dentro i quali nascondersi e sperare nell’arrivo di navicelle umane che la portino finalmente in salvo .. anche se pare, da voci di corridoio, che qui nel regno vegetale, la strategia sia quella di studiare e testare nuovi strumenti di difesa piuttosto che attendere l’aiuto degli alleati che non considerano all’altezza..

Vi inviterebbe a studiare di più o almeno a guardare qualche film di fantascienza così da capire bene che quando il seme si “risveglia”, l’embrione comincia a svilupparsi, che i semi possono essere definiti organismi in condizioni di vita sospesa o rallentata, che la quiescenza è la risposta del seme a condizioni esterne non favorevoli (come temperatura, ossigeno, luce, acqua) e che  la dormienza assicura la sopravvivenza della specie per molti anni anche in condizioni difficili. Insomma che in certi momenti sarebbe meglio lasciarla chiusa in quella speciale capsula in cui riposava anche  l’ex marines Jake Sully di Avatar quando doveva entrare nel corpo Navi e connettersi con la sua mente.

Vi spiegherebbe che per promuoversi, dopo vari ed inutili tentativi, ha abbracciato la famosa “strategia oceano blu”, ovvero conquistare –  attraverso divisioni, virgulti, polloni, bulbilli, talee, margotte, propaggini e innesti, spore, semi e semini  – quello spazio di mercato incontestato in cui la concorrenza è irrilevante e le regole del gioco tutte ancora da inventare.

Ci siamo persi. Da dove eravamo partiti? Ah certo, ci chiedevate perché iscrivervi al corso di botanica…

Mentre ci pensate, potreste scaricare il programma, scrivere all’indirizzo e-mail corsi@scuoladelverde.it. o telefonare al numero 06 94844234 per avere qualche informazione in più.

↓Inserisci la tua mail qui sotto e premi “invia” per ricevere la scheda di adesione per e-mail↓

 

 

 

 
Commenti

Non è presente alcun commento