A L’Aquila è stato bandito un concorso d’idee volto alla riprogettazione dello storico Quartiere Banca d’Italia – situato nella zona ovest della città, a ridosso del centro storico e duramente colpito dal sisma del 2009 – al fine di favorirne la vivibilità con caratteri innovativi e con sistemi tecnologicamente avanzati.

Promosso da Sidief – società immobiliare proprietaria a l’Aquila dello storico Quartiere Banca d’Italia – in collaborazione con l’Università dell’Aquila e con il patrocinio del Comune dell’Aquila, della Regione Abruzzo e della Banca d’Italia, il concorso di rivolge a tutti gli studenti universitari dell’Aquila, iscritti all’Università degli Studi dell’Aquila e/o al GSSI (Gran Sasso Science Institute). Come esplicitato nel bando ufficiale, inoltre, possono partecipare al concorso gli studenti, sia singolarmente che in gruppo, preferibilmente a carattere multidisciplinare, regolarmente iscritti all’A.A. 2016/2017 ad un qualsiasi corso di laurea triennale, magistrale, specialistica o corso di dottorato.

Le idee progettuali dovranno avere carattere innovativo con particolare riferimento a proposte per una nuova immagine del quartiere basata su tecnologie smart ed ecocompatibili; individuazione di nuove funzioni capaci di attrarre nuove famiglie e giovani studenti e lavoratori; proposte per la gestione del consorzio e dei servizi per gli inquilini, anche studiando sistemi informativi, utilizzo di social e app dedicati; proposte per la logistica del quartiere. La candidatura dovrà essere inviata entro il 30 aprile 2017, gli elaborati dell’idea progettuale dovranno pervenire entro il 30 settembre 2017.