X Edizione

Perché le piante con i fiori hanno conquistato il mondo

Perché le piante con i fiori hanno conquistato il mondo

I dati di una recente ricerca hanno portato alla luce che le piante che fanno fiori, le Magnoliofite, sono circa il 90% di tutte le specie vegetali. Kevin Simonin (della San Francisco State University) e Adam Roddy (della Yale University) hanno indagato sui perché di questo predominio che, scrivono nella ricerca, ha ribaltato la “situazione di partenza”, rintracciabile in un passato lontanissimo.

Le Pinophyta, piante senza fiore come conifere e felci, si sono infatti affermate sul pianeta molto prima delle “cugine” fiorite: “La spiegazione del successivo predominio – spiegano nella ricerca universitaria –  va cercata nelle nelle dimensioni delle cellule e nel modo in cui la natura è riuscita a costruirne di piccole mantenendo tutte le caratteristiche necessarie per la vita”.

Pare infatti che le Magnoliofite, o Angiosperme, ossia munite di “seme vestito” dal fiore, abbiano un genoma dalle dimensioni più piccole rispetto a quello delle Pinophyta, note anche come Gimnosperme, ovvero provviste di “seme nudo”, senza fiore. Questo è il responso della ricerca per cui è stato analizzato il genoma di centinaia di piante conservate nei Royal Botanic Gardens. Ne consegue che, nella stessa quantità di superficie vegetale – ad esempio di una foglia – le Magnoliofite possiedano più cellule, caratteristica che rende la fotosintesi più strutturata.

Magnoliofite e Pinophyta, saranno proprio le piante – ve lo ricordiamo – ad essere co-protagoniste del Festival del Verde e del Paesaggio, la tre-giorni all’Auditorium Parco della Musica di Roma dedicata al verde, alla progettazione creativa e all’outdoor. Inoltre, a Roma proponiamo i Corsi della Scuola del Festival che – tra giardinaggio, garden e planting design, progettazione e tanto altro – garantiscono una preparazione accurata per tutti gli amanti del verde.

 

Il programma dei Corsi della Scuola del #FVP

 

 
Commenti

Non è presente alcun commento