Dal 15 al 17 maggio, anziché incontrarci all’Auditorium Parco della Musica, festeggeremo il nostro decimo anniversario con un Festival del Verde e del Paesaggio virtuale. Sul nostro sito, sulla nostra pagina Facebook e su Instagram ospitiamo proposte e idee di quanti hanno collaborato con noi in passato, lo avrebbero fatto per la prima volta quest’anno o abbiamo coinvolto proprio per questa edizione online: progettisti, produttori, professori e studenti, giardinieri, aziende, associazioni e divulgatori. Uno scambio di pensieri liberi e di riflessioni, una serie di interventi video e scritti, una voce collettiva per testimoniare il nostro impegno: dialogare, sia pure a distanza, con quanti trovano nel paesaggio e nella natura le risorse per liberare energie e desideri.

I filoni narrativi lungo i quali si svolgerà questo racconto saranno il Paesaggio e il Verde.

Le parole chiave:

#ripartiamodalpaesaggio per ripensare la casa e la città, i luoghi che ci definiscono: un invito a ridisegnare i paesaggi domestici attraverso colori e forme naturali, aria pulita, luce. E a riflettere sul paesaggio urbano, su come dovrà evolversi  per renderci nuovamente felici animali sociali.

#ripartiamodalverde per trovare consolazione, forza, armonia, radici, spiritualità, selvatichezza, saggezza: un’incitazione a stimolare la capacità innata di provare amore per la Natura Selvatica e il bisogno di connessione con l’ambiente e gli altri esseri viventi.

La crisi attuale è nata perché tutto è collegato: abbiamo creato un sistema che è stato poco rispettoso dell’ambiente. Ma il virus, con la quarantena forzata e il distanziamento sociale, ha fatto emergere bisogni primari, dalla cui soddisfazione dipenderà la sopravvivenza di tutti i viventi. Facciamone tesoro: auguriamoci che qualcosa rimanga di questa lunga pausa, a cominciare dall’idea che apparteniamo, nel bene e nel male, alla natura.

Un’ondata di verde ci travolgerà e ci mostrerà la strada per il futuro dice la nota analista di tendenze Li Edelkoort.

Sia questo il motto del nostro Festival virtuale