IX Edizione

Avventure creative

Edizione 2019: Respiro

Concorso di progettazione per l’allestimento di giardini temporanei. Il tema dell’edizione 2019 è stato “Respiro”.

La giuria ha premiato “Il Canneto Incantato” – Organo Vegetale per Respiri Corali di Eleonora Velluto, Laura Manili, Silvia Giachetti, Valeria Micara, Sibilla Ferroni, con la seguente motivazione:

L’installazione evoca l’idea di un giardino primordiale quasi ancestrale come la piccola radura racchiusa nella vegetazione e realizza uno spazio intimo e protetto. Di grande efficacia i dispositivi musicali che attivano il giardino in modo suggestivo e giocoso. E’ una scena abitata da personaggi fantastici che hanno enfatizzato l’invito al sogno e alla narrazione.

Di seguito tutti i progetti esposti alla nona edizione del Festival:

PRANAYAMA (AV04)
Maria Stanisci, Francesco Balducci, Alice Camille Livinec

Il Prana è l’energia sottile che si muove tra lo spirito e il corpo attraverso il respiro. La pratica dello Yoga implica il respiro come guida del movimento. Pranayama è l’esercizio della respirazione. Vrksasana, la posa dell’albero, è una coinvolgente esplorazione dell’equilibrio: come l’albero radica e protende le estremità per dedicarsi alla fotosintesi, così il praticante percepisce il corpo con presenza mentale per favorire la respirazione cellulare. L’avventura si svolge lungo il sentiero di un bosco di posture yogiche, tra balsamici cespugli di Mentha x piperita dove figure-albero in bilico su una gamba invitano il visitatore a giocare bilanciandosi nella ricerca di un respiro armonioso. Con i loro specchi catturano l’immagine e l’attenzione del passante e lo stimolano a fronteggiarli, riempirli con il suo riflesso e assumerne la posa; il gioco d’equilibrio suscita un’attitudine all’osservazione mentre l’atmosfera fresca e aromatica promuove un respiro consapevole e sensoriale.

SPONSOR

RYOGA    ryoga.com
Vivaio VIP Garden    vipgardenroma.it
Falegnameria De Marinis    fb/falegnameriademarinis
SkimHaut Architetture verdi


COABITARE (AV05)
Rafael Prugger, Keita Daniel Suzuki

Coabitare è un’azione che richiede sempre più coraggio e implica la condivisione dello stesso spazio e il respiro della stessa aria contemporaneamente o in alternanza. Le piante che sono state tradizionalmente relegate fuori dagli ambienti interni abitati e collocate in parchi, giardini e balconi, vanno recuperate per coabitare insieme a noi gli spazi domestici, lavorativi e di svago dove passiamo il 90% del nostro tempo. Dobbiamo dunque imparare a elaborare non-giardini dove convertire ogni spazio chiuso interno in una quotidiana coabitazione con i vegetali applicando conoscenze di botanica, di tecnologia e di design.  Il progetto “Coabitare”, in cui uno spazio interno è costellato di piante pensili fluttuanti, intende essere il manifesto di questo pensiero.

SPONSOR

Interni Botanici, Milano     internibotanici.weebly.com
Vivai Graziella, Roma     vivaigraziella.it
Qubeo  spotify.com


FRAGRANTIA (AV14)
Valentina Spataro, Michele Fiore, Marco Veneziani, Massimo Veneziani, Renè Soleti

FRAGRANTIA è un’installazione che affronta il tema del respiro soffermandosi sul suo aspetto simbolico, quello di destare e suggerire immagini e intuizioni attraverso il senso olfattivo. L’uomo attraverso l’azione del respiro compie un processo fondamentale per la sopravvivenza ma è con i sensi che raccoglie le informazioni dal mondo, l’olfatto è il sapore del respiro che connette l’uomo al mondo delle emozioni, costruisce memorie che accompagnano le scelte. La proposta progettuale compone dei percorsi sensoriali geografici attraverso dei contenitori di fragranze che reinterpretano i paesaggi mediterranei attraverso l’accostamento di essenze vegetali aromatiche. Tre cilindri disposti in serie contengono piante, fiori, legni e resine in grado di stimolare il senso dell’olfatto. Tali mescolanze di essenze compongono le stanze aperte in successione dove è possibile sentire lo sviluppo temporale della fragranza e la loro infinita ricomposizione anche attraverso la scelta delle successioni del percorso.

SPONSOR

LACOGEIT s.r.l.
Metalvetro s.a.s.
P.R. Costruzioni s.r.l.
Lapietra Giardini s.r.l.
Cantina Placido Volpone.


IL CANNETO INCANTATO - ORGANO VEGETALE PER RESPIRI CORALI (AV16)
Eleonora Velluto, Laura Manili, Silvia Giachetti, Valeria Micara, Sibilla Ferroni

Proponiamo per questa versione di Avventure Creative – RESPIRO, un giardino che si connetta con l’ambientazione del Festival. Infatti, Il Canneto Incantato è un padiglione che porge omaggio alla musica, e ci coinvolge nel produrla, in modo naturale. Il limite del padiglione stesso è fatto di canne di bambù che suonano con il vento o vengono suonate dal visitatore. Qui il ritmo dell’uomo viene ricondotto al ritmo della natura e del cosmo (euritmia). Ognuno può fare la propria musica, creando la propria melodia. I visitatori non sono semplici spettatori ma parte dell’installazione stessa. Gli strumenti sono a loro volta simboli degli elementi naturali: gli organi eolici suonano con il vento producendo un suono impalpabile come l’aria; i fischietti ad acqua sono uno strumento leggero, fluido e dal suono scherzoso, come l’acqua. Questo suono ci riporta anche all’ambiente del fiume, all’acqua come elemento primordiale. Con il flauto di pan, simbolo generale dell’installazione, vi è il richiamo alla terra, da cui nascono le piante, e all’incontro tra l’uomo e il divino. Il canneto si muta in orchestra di flauti, come un organo vegetale per respiri corali.

SPONSOR

Bambù tigre
Bamboo green life
Tecnosalus srl: trasporti & in kind


NOTTURNO (AV19)
Martina Solli, Stefania Monaco, Mirko Siconolfi, Lorenza Di Marco

Notturno è uno spazio poli-semantico: botanica, composizione vegetale e paesaggio si intrecciano in quella che è, prima di tutto, un’area verde. Una rigogliosa vegetazione si sviluppa in uno spazio delimitato, ai lati e in superficie, da pareti con aperture che mettono in comunicazione interno ed esterno. È un espediente che invita ad esplorare le piante, a conoscerne le differenti potenzialità sensoriali. Sono tagli di luce che esaltano l’atmosfera buia, quasi notturna, ricreata internamente. La successione luce-ombra è, infatti, fondamentale a garantire la nostra vita sulla Terra. È alla base del sistema di scambi di respiro che ci rende solidali a tutto l’ecosistema. Con la sua vegetazione sciafila, studiata per rievocare un bosco, Notturno è un invito al rinverdimento di un qualsiasi contesto urbano come soluzione ad una vita più salutare, con quantità di ossigeno, profumi e colori a sufficienza. E’ un’esaltazione della pianta come elemento balsamico per l’anima ed il corpo.

SPONSOR

Vivai Barretta Garden S.r.l., Melito di Napoli (Na)    vivaibarrettagarden.it
Vivai Manfrica, San Severino Marche (Mc)    vivaimanfrica.it
Giardino officinale, Morro D’Oro (Te)    www.giardinofficinale.it