Legàmi – lègami e slegami

Essere parte della natura o essere la natura? Essere legati ad essa o avere un legame con essa?
Lo scopo di questa installazione è la sintesi di come uomo e natura siano legati in una danza perfetta, dove non si capisce se l’uomo ha il controllo o la natura ci lascia controllare.
Legàmi, lègami e poi slegami, ovvero radici che si attorcigliano, legàmi stretti che affondano nel tempo per poi essere magicamente slegati e lasciati liberi di andare.
Nell’installazione i protagonisti siamo noi che attraversiamo questo percorso ideale dove incontriamo una natura selvaggia, ma anche quel che l’uomo lascia per strada e inevitabilmente viene inglobato e reso parte integrante dell’ambiente che ci circonda; la natura selvatica lega momentaneamente l’uomo attraverso liane e rami, lasciandolo riflettere sulle azioni che compie ogni giorno e sulla pericolosità di alcune di esse, finché non viene slegato, libero di andare per il suo percorso naturale, pronto a rientrare in questa danza e tutto torna.

Sponsor
MATI 1909

ConcorsoAvventure creativeAnno2022Autore/iStudio Urka (Sara Lavinia Raccah, Edoardo Carconi, Sandro Degni, Peiyi Fan, Mateusz Chorzȩpa)e-maill.raccah@studiourka.com

Aggiungi un commento

Privacy Preference Center