X Edizione

Il viaggio perfetto esiste? si chiama diagnostic travel

Il viaggio perfetto esiste? si chiama diagnostic travel

Esiste il viaggio perfetto? Sembrerebbe di sì, la ricetta è di Brown and Hudson: il tuo viaggio non esiste finchè non lo creiamo per te e poi vivrà nelle storie che racconti e nei ricordi che condividi.

Se hai una visione, la realizziamo. Se hai qualche dubbio e stai ancora riflettendo su diverse opzioni, ti aiutiamo a costruire una trama. E se non sei proprio sicuro di cosa vuoi fare, abbiamo un sacco di idee. Il risultato finale sarà sempre lo stesso: un viaggio che intreccia tutto ciò che vuoi sperimentare ed escluda tutto quello che non vuoi.

Brown and Hudson, un’agenzia esperta in viaggi personalizzati, ha lanciato da poco un “format” basato sulla psicologia, per intuire la motivazione più profonda che muove le persone nelle scelte ed utilizzarla nella proposta, creando un’esperienza intima e unica. Non vale più il classico Dove, Come, Quando, ma PERCHE’ ? E il viaggio si trasforma in prescrizione medica

 Per noi, viaggiare è vivere esperienze che arricchiscono la vita, connettersi con altre persone, avvicinarsi ad altre culture ma anche ai tuoi compagni d’avventura, affinchè ti capiscano meglio.
Tutto è possibile. Se non esiste, lo creiamo. Se non è stato fatto, allora è ora che qualcuno lo faccia. E se la gente dice che è impossibile, abbiamo deciso di dimostrare loro che avevano torto.

Questa è la visione di Brown and Hudson, creatori di esperienze di viaggio uniche in ogni angolo del globo, mossi dalla convinzione che il vero viaggio è una storia personale ambientata nella grande narrazione della propria vita. E come i veri romanzieri, intrecciano la trama della storia con i nostri desideri, la nostra esperienza e capacità di raggiungere l’apparentemente impossibile.

Potreste visitare un’ importante collezione d’arte con il curatore che l’ha creata e l’architetto che ha progettato il museo; incontrare uno scrittore, un regista, un politico che avete sempre ammirato; suonare il pianoforte a coda nella sala da concerto più grande del mondo; volare con la vostra mountain bike in una natura remota e selvaggia; esplorare luoghi con un’app esclusivamente progettata, risolvendo indizi e indovinelli, attraversando scenari di realtà aumentata che trasformeranno la narrativa lineare del vostro viaggio, in una matrice tridimensionale di possibili avventure, dove ogni decisione avrà un impatto determinante; approfondire un argomento che vi appassiona…..

Ma tutto questo con un solo obiettivo: tornare a casa diversi da come siete partiti, perché questi viaggi cambiano nel profondo e riavvicinano alla selvatichezza che c’è dentro ognuno di noi …

 
Commenti

Non è presente alcun commento