X Edizione

Ispirazione Play(ing+ wil)derness. Il Festival lancia il concorso per riprogettare gli spazi gioco delle città

Ispirazione Play(ing+ wil)derness. Il Festival lancia il concorso per riprogettare gli spazi gioco delle città

Architetti, ingegneri, agronomi, botanici, paesaggisti, artisti e creativi, c’è un importante progetto da ideare e realizzare. Playderness è la parola chiave.

Avventure Creative vi chiede di immaginare uno spazio dedicato al giovane pubblico del Festival, in cui giocare nella natura e con la natura, sollecitando l’esperienza immersiva dei bambini, in un contesto avventuroso esplorativo, sorprendente.

Che sia foresta impenetrabile o deserto, questo luogo è selvatico, indomito, brado e vive allo stato libero, sottraendosi alla coltura e all’addomesticazione.

Il Festival invita i progettisti a creare un luogo della playderness (crasi tra playing e wilderness) che, lontano da riproduzioni mimetiche di brani di natura selvatica, offra spazi di nature inedite in cui costruire un rapporto personale con il regno vegetale.


I giardini oggetto del concorso, devono proporre un’idea spregiudicatamente contemporanea di selvaticità urbana, intesa come luogo del possibile, dell’esplorazione, dei comportamenti inventivi, dove non eseguire istruzioni, ma inventare situazioni.

Devono evocarne i caratteri : scoperta, avventura, sorpresa, meraviglia, incanto. Ma anche turbamento e stupore inquieto. Perchè il selvatico è il luogo del pericolo, come ci insegnano i racconti dei fratelli Grimm, la Commedia di Alighieri, The Blair Witch Project. Il luogo per esuli, saggi, asceti, ma anche stregoni e banditi. Una geografia del terrore per alcuni, rifugio per altri.

Una cosa è però certa: l‘effetto biofilia esercita un’attrazione magica anche sui bambini.

I luoghi migliori per giocare sono simili a quelli che noi uomini abbiamo sempre privilegiato, sin da quando eravamo primati appena scesi dagli alberi. Luoghi con nascondigli sicuri da cui osservare gli altri, posti in cui arrampicarsi, oggetti semplici e naturali: pietre, bastoncini, terra e fango. Dolores La Chapelle

E con questo spirito il Festival presenta la sua decima edizione di Avventure Creative, orientata quest’anno a definire una nuova generazione di parchi gioco che vadano oltre lo schema del classico parco urbano con area ludica attrezzata.

Grow Wild!

Bando e scheda di adesione sul sito.

 
Commenti

Non è presente alcun commento